Tre workshop gratuiti a settembre!

Al rientro dalle vacanze ci aspettano i tre workshop gratuiti di settembre che fanno parte del Progetto Universi Paralleli! Si proverà la scrittura teatrale e la sceneggiatura con gli autori di “Felici ma Furlans”, si sperimenteranno le tecniche di movimento per stare in scena con la Compagnia di danza contemporanea “Fern” e si lavorerà sulla relazione tra se stessi e gli altri tramite il teatro con Natascia Hagopian, attrice e teatroterapista. Le iscrizioni sono sempre aperte alla mail info@espressione-est.com Sulle cartoline tutti i dettagli!

Replica per la storia degli Alpini con “Di qui non si passa”

E’ sempre con grande piacere che promuoviamo lo spettacolo “Di qui non si passa – La storia degli Alpini” scritto ed interpretato da Luca Piana, con i canti del Coro Alpini Passons diretto dal Maestro Marius Bartoccini. Stavolta si replica il 9 settembre alle 20.30 presso l’area parrocchiale San Giorgio Martire (via L. da Vinci) a Fontanafredda (PN) nell’ambito dei Festeggiamenti Settembrini, ingresso libero.

Replica a Udinestate del nostro nuovo spettacolo

Come ogni anno, siamo ospiti di Udinestate con la replica del nuovo spettacolo andato in scena a maggio.
“A tutte le Giuliette e ai i loro Romei”
spettacolo di teatro sociale all’interno del progetto “Universi Paralleli”

Giovedì 11 Luglio ore 21, Loggia del Lionello, Udine. Ingresso libero

La più nota storia di differenze tra due famiglie. Ma come sarebbe andata se non ci fossero stati gli ostacoli noti nella vicenda? Immaginiamo un’altra storia ad ogni bivio del racconto. La cultura medievale contrappone il destino al libero arbitrio e non permette all’uomo di cambiare i destini del mondo. Il dramma sembra frutto del caso, ma accade perché i protagonisti voltano le spalle all’ordine sociale a cui tutti devono conformarsi. Ma se in un universo parallelo fosse andata diversamente? Ogni persona è unica e non va identificata con un gruppo di appartenenza. Romeo e Giulietta sono bianchi e neri, del nord e del sud, sono ricchi e sono poveri, sono orientali e occidentali, sono cattolici e musulmani….coloro che vedono gli altri per ciò che sono e non per quello che rappresentano.

Con: Roberto Barmina, Flavio Casari, Martina Benfatto, Daniela Bortolin, Michela De Luca, Riccardo Desirello, Denis Dri, Chiara Furlano, Francesca Marianini, Fabio Marroni, Ludwig Pellegrino, Elvis Toffolo, Micaela Visintin, Lorenzo Zamolo, Alex Zuliani.

Regia: Arianna Romano, Musica dal vivo con il Quartetto G.A.M.E., Video di scena di ilariavalliproduzioni, Elementi scenici di Luigina Tusini, Sartoria di Atelier delle Sarte

I workshop di giugno per Universi Paralleli

Dopo lo spettacolo di apertura, continua il Progetto “Universi Paralleli”: il primo appuntamento di giugno sarà SABATO 8 (ore 10-13 e 14-17 presso Ex Caserma Osoppo) in collaborazione con La Notte dei Lettori!
Francesco Cevaro della Compagnia della Testa propone:
Dal Testo alla Scena, workshop sulla costruzione del personaggio.
Il seminario, prendendo l’avvio dall’analisi di alcune scene di “Romeo e Giulietta” di Shakespeare, mira a far acquisire ai partecipanti il metodo analitico che permette di evincere dal testo, attraverso l’interpretazione personale, le informazioni necessarie a rendere vivi e dunque trasportabili sulla scena i personaggi in esso presenti. Compiuta così l’analisi di ogni scena, si passerà a recitarla, copione in mano, facendo tesoro di quanto emerso e ponendo l’accento sulla caratterizzazione fisica, psicologica e più in generale sul modo di esprimersi dei personaggi analizzati. Questo metodo di lavoro sarà così poi fruibile dai partecipanti ogni volta che si troveranno di fronte nella loro attività teatrale ad un ruolo che verrà loro assegnato.

Il secondo appuntamento sarà SABATO 15 (ore 10-13 e 15-18 presso associazione Aspic – via Tullio, 13) con il fotografo Alessandro Ruzzier che presenta il
Workshop fotografico “1 a 1” sulla prevenzione dello stereotipo di genere
Il confronto tra maschi e femmine non può che finire in parità, la “partita” si gioca sulla simbologia degli oggetti del quotidiano domestico e sulla loro relazione con l’identità di ognuno di noi. Il pretesto della fotografia sarà spazio dove mettere in scena il reale e l’inconscio.
I partecipanti saranno invitati a fotografarsi a vicenda in un luogo allestito a set fotografico dove posizioneranno oggetti da loro scelti tra i 15 messi a disposizione dagli organizzatori, che li hanno selezionati per l’appartenenza a stereotipi di genere (5 per il femminile, 5 per il maschile e 5 neutri)
Successivamente verrà elaborata l’esperienza fotografica: ognuno avrà spazio per raccontare come ha vissuto il momento, cosa l’ha sorpreso e in che maniera e se lo stereotipo ha condizionato il modo di fotografare.



A tutte le Giuliette e ai loro Romei

Eccoci arrivati alla prima del nuovo spettacolo! Quest’anno la serata fa parte di un progetto più ampio che, tramite le arti performative, vuole parlare della comunicazione possibile e necessaria con chi è diverso da noi per motivi sociali, religiosi, razziali…una storia emblematica ed eterna calata nel contesto della società contemporanea. Il progetto proseguirà a giugno e settembre con una serie di workshop, laboratori e conferenze sia sulle arti che sulla comunicazione: analisi del testo teatrale, fotografia, scrittura teatrale, teatro-danza, teatroterapia e comunicazione, prevenzione degli stereotipi e dei pregiudizi…presto tutte le informazioni!

1 2 3 4 6